Progettazione, costruzione di un impianto per la digestione anaerobica ad umido della frazione organica dei rifiuti urbani. L’impianto è in grado di operare su una quantità di FORSU pari a 40 000 t/a e  8 000 t/a di verde. L’impianto combina una fase di trattamento anaerobico della biomassa con una successiva fase di compostaggio per produrre, oltre al biogas, anche un compost di qualità sulla base della vigente normativa.

L’impianto è composto dalle seguenti principali macro isole funzionali:

  1. Sezione di pretrattamento meccanico della FORSU;
  2. Sezione di digestione anaerobica e recupero energetico;
  3. Sezione di biossidazione accelerata del mix digestato/strutturante in biocelle areate (fase ACT);
  4. Sezione di maturazione primaria e secondaria in aia della matrice compostata (fase Curing)
  5. Sezione di raffinazione e stoccaggio finale del prodotto.

Il biogas prodotto dalla decomposizione microbica durante la fermentazione ad umido della frazione dei rifiuti pretrattata e miscelata con acqua ha un elevato potere calorifico, che viene poi valorizzato energeticamente in impianti di cogenerazione per produrre energia elettrica e calore adatto ad usi come il teleriscaldamento.